16 maggio 2017

/Dall’inizio dell’anno, le vendite mondiali del Marchio sono cresciute del 14,5%

/Spagna, Regno Unito, Germania, Francia e Italia crescono a doppia cifra

/La quinta generazione di SEAT Ibiza e il nuovo crossover compatto saranno prodotte sulla nuova piattaforma modulare MQB A0 /Gli investimenti annunciati fanno parte del piano strategico d’investimento totale di 3,3 miliardi entro il 2019

Verona - Le vendite di SEAT crescono a passo sostenuto. Tra gennaio e aprile, SEAT ha consegnato 158.700 veicoli a livello mondiale, che significa un 14,5% più rispetto allo stesso periodo del 2016 (138.600). Il calo per l’effetto delle festività, con meno giorni lavorativi sul calendario, non si è fatto sentire nei principali mercati nel mese di aprile, e le consegne dell’Azienda sono cresciute del 16,0% rispetto allo stesso mese dell’anno scorso con un totale di 41.400 unità (2016: 35.700).

Wayne Griffiths, Vicepresidente di Marketing e Vendite, ha confermato che “le vendite di SEAT nel mese di aprile sono pienamente in linea con la crescita registrata nel primo trimestre dell’anno. SEAT Ateca sta contribuendo a spingere le vendite in tutto il mondo e, allo stesso tempo, il restyling di Nuova SEAT Leon sta portando un significativo volume di vendita sia sul canale privato sia delle aziende, confermato dalla recente consegna in Turchia della più grande flotta mai consegnata nella nostra storia. E infine, anche le vendite della fine della nostra attuale generazione di Ibiza hanno segnato risultati positivi”.

I principali mercati di SEAT stanno notevolmente contribuendo all’evoluzione del Marchio in termini di vendite: nei primi mesi dell’anno, la Spagna si mantiene come mercato leader con 33.800 auto (+22,9%), seguita dalla Germania (29.700; +10,0%) e dal Regno Unito (20.800; +23,7%). Anche la Francia, uno dei mercati strategici di SEAT, sta performando molto bene, con 8.800 vetture consegnate (ovvero +20,2%). In Austria (6.300; +29,0%) e in Svizzera (3.400; +69,6%), dove si mantiene la tendenza a rialzo, SEAT si posizione tra i 10 marchi più venduti.

Nel nostro mercato le vendite di SEAT si riconfermano altresì positive nei primi quattro mesi dell’anno, con una crescita pari al +13,9% (fonte UNRAE, vs mercato italiano +8%) rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, con 6.373 unità immatricolate (rispetto alle 5.596 del 2016).

Fatturato SEAT in crescita grazie alla spinta delle vendite
Da un punto di vista finanziario, l’aumento delle vendite si è tradotto anche in una crescita del fatturato del 20,2%, segnando così una cifra record di 2.487 milioni di Euro nel primo trimestre dell’anno. Inoltre, dopo aver chiuso un 2016 con il maggior utile operativo della storia (143 milioni di Euro), nei primi tre mesi del 2017 SEAT ha registrato 56 milioni di Euro di utile, ovvero un 4,1% in più rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Il lancio di quattro nuovi modelli tra 2016 e 2017 ha portato infine al raggiungimento di investimenti record in Ricerca e Sviluppo; già oltre gli 850 milioni di Euro lo scorso anno (per un totale di 3,3 miliardi di Euro dal 2012), SEAT ha destinato infatti un totale di 900 milioni di Euro a investimenti e spese in R&D per la nuova SEAT Ibiza e Nuova SEAT Arona. Ad annunciarlo, Luca de Meo, Presidente di SEAT, in occasione dell’inizio della produzione di serie di Nuova SEAT Ibiza. Il Presidente de Meo ha spiegato che gli investimenti e le spese in R&D sono stati maggiormente destinati allo sviluppo dei nuovi modelli, oltre che all’adattamento dell’impianto produttivo di Martorell alla produzione degli stessi. I 900 milioni di Euro sono quindi una parte dell’investimento globale di 3,3 miliardi di Euro annunciato a settembre del 2015 per il periodo 2015-2019.

Secondo il Presidente di SEAT, “questi investimenti sono la riprova dell’impegno dell’Azienda nei confronti dello sviluppo economico del Paese, e confermano la nostra leadership come maggiore investitore in termini di Ricerca e Sviluppo. Stiamo allocando una cifra senza precedenti per il lancio dei nuovi modelli. SEAT svolge un ruolo chiave per quanto riguarda investimenti, tecnologia e occupazione, così come nella generazione di ricchezza e prosperità”.

Completamente sviluppata a Barcellona, Nuova SEAT Ibiza viene prodotta nella Linea 1 dello stabilimento di Martorell, lo stesso impianto che produce la maggior parte delle auto in Spagna, e che per qualche mese coesisterà con la quarta generazione del modello. Costruita sulla nuova piattaforma MQB A0, la nuova Ibiza punta a marcare un punto di svolta in termini di sicurezza, design, prestazioni e comfort.

A partire dalla seconda metà del 2017, sulla stessa linea di produzione verrà assemblata anche SEAT Arona, il nuovo crossover compatto del Marchio. Inoltre, a Martorell vengono prodotte le SEAT Leon e le Audi Q3.

Il Presidente de Meo ha aggiunto: “Il fatto di essere i primi a utilizzare la nuova piattaforma MQB A0 del Gruppo Volkswagen costituisce una pietra miliare per SEAT e per lo stabilimento di Martorell. Questa tecnologia ci consente una maggiore flessibilità e ci permette di costruire diversi modelli con diversi tipi di carrozzeria sulla stessa piattaforma. Per di più, la concentrazione del volume di produzione su un unico segmento, prima con SEAT Ibiza e successivamente con SEAT Arona e la Audi A1, rappresenta un’ottima notizia per l’indotto, dato che il volume d’acquisto dei fornitori nazionali aumenterà”.

SEAT è uno dei principali pilastri dell’economia e leader nell’industria automotive spagnola, rappresenta attualmente l’1% del PIL della Spagna e oltre il 4% del PIL della Catalunya. L’anno scorso, l’Azienda ha esportato oltre 7 miliardi di Euro di beni, cifra che supera il 10% del totale dell’esportazione catalana. Con oltre 14.000 impiegati nella regione, SEAT è il primo datore di lavoro, generando 6 posti di lavoro per ogni posizione di lavoro diretta.