/ La marca conclude l’anno con 410.200 auto consegnate, il miglior risultato dal 2007

/ Vendite in crescita del 28% dal 2012

/ In Italia la SEAT registra 16.500 consegne totali, con una crescita del 3,9% rispetto all’anno precedente e del 63% dal 2012

/ La SEAT ha rinnovato il 60% della propria Rete di concessionarie con la nuova identità di marca

/ L’Italia si distingue positivamente per aver completato il rinnovamento della corporate identity esterna per il 70% della propria rete di vendita

Verona, 12/1/2017 – La SEAT ha concluso il 2016 segnando un incremento delle vendite per il quarto anno consecutivo. La Casa automobilistica ha consegnato un totale di 410.200 vetture, il 2,6% in più rispetto al 2015 (400.000), ottenendo il risultato migliore dal 2007. Negli ultimi quattro anni, le vendite della SEAT sono cresciute del 27,8%, quantificabile in 89.200 auto in più rispetto al 2012 (321.000). Con 24.200 unità vendute dal suo arrivo in concessionaria, lo scorso mese di luglio, la Ateca, primo SUV del Marchio, ha contribuito positivamente alle consegne totalizzate dalla SEAT. Le consegne della SEAT nel secondo semestre dell’anno sono cresciute infatti del 5,3%, grazie al successo riscosso dal lancio della Ateca.

I numeri ottenuti dal nuovo SUV si vanno a sommare alla crescita della Alhambra e della Leon. Entrambi i modelli, infatti, hanno chiuso il 2016 con il miglior risultato di sempre. Nell’anno del suo ventesimo anniversario, la monovolume del Marchio registra infatti una crescita a doppia cifra (+13,6%), raggiungendo le 30.700 unità vendute. La Leon cresce invece del 3,0%, toccando le 165.000 unità: si tratta del risultato migliore dal lancio del modello (nel 1999), che si attesta come il più venduto del Marchio. Nel contempo la Ibiza, che giunge alla fine della sua quarta generazione, mantiene un alto volume di vendite, con 152.000 vetture consegnate nel 2016 (valore leggermente inferiore al 2015, -0,9%).

Luca de Meo, Presidente della SEAT, ha mostrato la propria soddisfazione per i risultati conseguiti. “La nostra offensiva di prodotto non è che all’inizio e, anche quest’anno, riconfermiamo un risultato positivo. Il lancio della Ateca ci permette di affrontare il futuro con ottimismo: il modello è già diventato il terzo pilastro del Marchio e, a partire da quest’anno, il suo contributo ai risultati di vendita sarà molto più evidente”. In merito al 2017, Luca de Meo ha annunciato che “con il rinnovo della Leon, l’arrivo della quinta generazione della Ibiza e il nuovo crossover Arona ci poniamo l’obiettivo di compiere un passo avanti e aumentare il nostro volume di vendite. Il 2017 si prospetta un anno molto speciale per la SEAT”.

La SEAT è pronta a proseguire nel 2017 l’offensiva di prodotto iniziata con la Ateca. Nel corso di questo mese arriverà infatti in concessionaria la nuova Leon; nel corso del primo semestre, sarà disponibile la nuova Ibiza e, a seguire, la SEAT Arona. Il lancio della Ateca sta generando ripercussioni positive in termini di consegne ai Clienti, così come dal punto di vista dei risultati finanziari. Nei primi nove mesi del 2016, infatti, la SEAT ha registrato un beneficio operativo di 137 milioni di Euro, undici volte rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

320.000 auto consegnate in Europa Occidentale
La SEAT ha raggiunto quota 319.900 unità vendute in Europa Occidentale, il 2,2% in più rispetto al 2015 (312.800), nonché il miglior risultato nella Regione dal 2007,grazie alla spinta di Mercati quali Austria (+12,9%), Svezia (+31,3%) e Portogallo (+17,0%). La SEAT conclude positivamente l’anno anche nei cinque principali Mercati europei. In Germania, primo Mercato per la Casa spagnola, le vendite sono aumentate del 2,5% raggiungendo le 90.000 unità, seguite dalle 77.200 unità consegnate in Spagna (+0,1%). Regno Unito e Francia, terzo e quinto mercato per la SEAT, crescono dello 0,5%, raggiungendo rispettivamente 47.400 e 22.500 vetture. In Italia, settimo mercato del Brand, le vendite sono aumentate del 3,9% rispetto all’anno precedente, con un totale di 16.500 unità consegnate nel 2016. La crescita del Brand in Italia dal 2012 si attesta così al +63%. In linea con il trend internazionale, performano bene soprattutto Leon, con 6.754 unità consegnate nel 2016 (+2,5% rispetto al 2015) e Alhambra, con 670 unità consegnate (+16% rispetto all’anno precedente). La positiva accoglienza della Ateca, inoltre, è confermata nel nostro Paese dalle oltre 1.560 unità consegnate dallo scorso settembre, mese in cui il primo SUV created in Barcellona è stato lanciato in Italia.

Record storico in Turchia e Israele
La crescita del 22,0% in Polonia, il mercato più importante per la SEAT in Europa Orientale, e dell’11,1% in Ungheria sono alla base dei risultati che la SEAT ha ottenuto in questa regione, registrando un +8,2% e 28.200 vetture totali (26.100 nel 2015). La cifra rappresenta il miglior risultato della SEAT in Europa Orientale dal 2008. Inoltre, la Marca ha incrementato le proprie vendite in Repubblica Ceca (+3,2%), segnando il risultato migliore di sempre.

Nel 2016, la SEAT ha superato nuovamente il proprio record di vendite in Turchia e Israele. La Turchia, sesto mercato per la Casa, è il Paese che segna il maggior incremento dei volumi, con un +41,7% e 19.700 unità vendute. In Israele, la SEAT cresce del 5,2%, toccando le 8.000 unità vendute. In Messico (quarto Mercato per il Marchio), poi, la SEAT chiude il 2016 con 24.500 unità vendute, +1,5% rispetto all’anno precedente.

Infine, nel 2016 la SEAT è sbarcata a Singapore e alle Mauritius, due nuovi mercati che si aggiungono a Moldavia e Palestina, aperti dal 2015.

Rinnovo della rete di vendita
La SEAT ha chiuso il 2016 con il rinnovo del 60% della propria rete di concessionari e showroom, dotando oltre 1.700 strutture della nuova immagine corporativa del Brand. Questa nuova C.I. trasmette un legame perfetto tra l’identità corporativa della SEAT e il brand design, simboleggiando i valori dell’Azienda e creando un ambiente aperto e accogliente. Ancora una volta, l’Italia si distingue positivamente per aver completato l’implementazione della nuova identità corporativa esterna per il 70% dei punti vendita della propria rete ufficiale.